Categorie
Sport su neve

Sci Nordico vs Sci Alpino: le differenze

Home » Sport su neve » Sci Nordico vs Sci Alpino: le differenze

Molto spesso quando si parla di Sci Nordico e Sci Alpino tendiamo a fare confusione tra le due categorie di discipline. In realtà parliamo di due famiglie di discipline piuttosto diverse tra loro.

Quando si parla di sci nordico ci si riferisce a quelle discipline che derivano dalle antiche pratiche prevalentemente di origine scandinava in cui venivano utilizzati gli sci per spostarsi e cacciare. Fu solo verso la fine dell’800 che si iniziò a utilizzare lo sci come strumento di discesa con l’invenzione di un’embrionale forma di telemark.

Lo sci alpino viene consacrato durante dei giochi olimpici nel 1936 che si tennero appunto sulle Alpi durante i quali vennero presentate per la prima volta le discipline di discesa con gli sci.

Scrivo questo articolo per dissipare tutti i dubbi in merito e lasciarti un’idea chiara di quelle che effettivamente sono le differenze tra sci nordico e sci alpino.

Quali sono le differenze tra sci alpino e sci di fondo?

Cosa è lo sci nordico?

Lo sci nordico è quell’insieme di discipline di sport invernali che abbraccia il biathlon, lo sci di fondo, il telemark, combinata nordica, sci escursionismo, sci orientamento, ski archery e il salto con gli sci. Venne già definito negli anni 20 e raggruppava tutti gli sport che rientrano nel gruppo delle discipline invernali del tempo. Queste discipline sono tutte accomunate dal fatto che il tallone non è fisso sullo sci.

Lo sci nordico venne definito durante le olimpiadi invernali di Chamonix-Mont-Blanc nel 1924.

Sci alpino di cosa si tratta?

Lo sci alpino raggruppo invece quelle discipline di invenzione più recente che prevedono prove di discesa. Stiamo parlando pertanto di discesa e slalom nelle sue varianti.

Un’altra differenza importante tra le due famiglie di discipline è nel tipo di attrezzatura utilizzata. Infatti nello sci alpino vengono utilizzati sci con attacchi che fissano sia in punta che sul tacco gli scarponi, mentre nel caso dello sci nordico la sciata avviene quasi sempre a tallone libero.

Si inizia a parlare di sci alpino durante i Giochi Olimpici Invernali di Garmisch-Partenkirchen del 1936. Proprio in questa occasione lo sci alpino si consacrò come disciplina olimpica. Durante questa prima edizione infatti vennero presentate le prime due gare ufficiali di combinata in discesa libera e slalom.

Per quanto riguarda lo sci freeride, snowboard ed altre discipline simili, vengono definite come categorie a se stanti e non rientrano ne nello sci alpino e ne nello sci nordico.

Per concludere, non bisogna confodere lo sci alpino con lo sci alpinismo, si tratta di cose differenti e ne parleremo prossimamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *