Categorie
Blog

Surf in Portogallo: località, onde giganti e periodi

Home » Blog » Surf in Portogallo: località, onde giganti e periodi

Sebbene il surf sia nato esattamente dall’altra parte del mondo, il Portogallo è una delle capitali internazionali di questo sport.

Ti starai chiedendo: “ma perché il surf in Portogallo?” e di risposte ce ne sono davvero tante.

Per prima cosa il Portogallo è la meta perfetta in quanto a cultura del surf e ricettività. La comunità cresce infatti ogni anno ed è servita da una miriade di ostelli, surf camps, campeggi e guest house pensate proprio per questo genere di turismo. Non è infatti raro trovare campeggi con aree attrezzate per la manutenzione delle tavole, insegnanti di yoga, attrezzatura per immersioni e molto altro ancora.

Ma andiamo per gradi ed andiamo a vedere con l’aiuto di Angelo, esperto di viaggi on the road, dove fare surf in portogallo, dove si trovano le migliori onde e quando andare.

Dove fare surf in Portogallo

Prima di imbracciare la tua tavola da surf e partire, è bene capire quali sono le località principali e servite meglio. Inoltre nel prossimo paragrafo andremo a vedere dove e quando andare se sei un principiante o se non hai mai surfato nell’oceano.

Lisbona

Lisbona, dato il numero di connessioni che offre con il resto d’Europa è sicuramente il posto più “comodo” soprattutto se non hai molti giorni a disposizione. Inoltre, data la vicinanza tra i vari spot e la città avrai anche la scusa perfetta per esplorare la città.

supertubos Portogallo
I supertubos non sono così da trovare lungo le spiagge del Portogallo

Tornando agli spot per fare surf vicino Lisbona, i principali sono sette e tutti nei pressi della città. Grosso modo diciamo che sono tutti raggiungibili in 40 – 50 minuti. Te li riporto in ordine da nord a sud.

Praya do Guincho, presenta un litorale di circa un km e presenta condizioni interessanti soprattutto in estate. Sono presenti in zona anche delle surf school in caso avessi bisogno di lezioni o di attrezzatura. Unico inconveniente è che, essendo esposta, nel pomeriggio tende ad essere ventosa e spesso si popola di Kite Surfers.

Praya da Poca. Si trova molto vicino a Lisbona, solo 20 km. La peculiarità è che qui si producono molti swells quando il vento viene da nord. Lo spot tende ad essere perfetto quando la marea è media ma, visto il livello complessivo di difficoltà di Praya da Poca è consigliabile ad un pubblico esperto.

Sao Pedro, qui l’onda che rompe è molto grande ed è perfetta quando i venti soffiano da sud-ovest. La surfata è lunga, non mancano dei tube interessanti ed è un buon posto per surfers di tutti i livelli.

Bafureira è un reef break spettacolare dove si può surfare quasi tutto l’anno. Gli swells da queste parti tendono ad essera sia di fondale che prodotti dal vento. L’onda che si produce è sia destra che sinistra ma è notoriamente conosciuta come una spiaggia regular.

Surfisti al tramonto in Portogallo

La spiaggia di Carcavelos è probabilmente lo spot più conosciuto in Portogallo e sicuramente il più famoso di Lisbona. Si trova infatti a soli 10 km dalla città ed è attivo praticamente tutto l’anno. Si tratta di un punto in cui possono surfare atleti di tutti i livelli ed è per questo che è gremita di scuole di surf.

Costa da Caparica. Qui ci siamo già spostati sulla sponda sud del Rio Tejo, nella zona a sud della città. E’ una spiaggia che sembra fatta apposta per i surfisti. Lavora tutto l’anno, anche se da il meglio di se con gli swells prodotti dal Levante. La spiaggia di Caparica è lunga ben 30km, perfetta per tutti i livelli e sia per destri che per goofy.

La Lagoa do Albulfeira, oltre ad essere un posto spettacolare, è una spiaggia esposta agli swells prodotti da vari venti, il che la rende una spiaggia perfetta per surfare quasi tutto l’anno. Dalle parti di Ablufeira è molto interessante inoltre praticare stand up paddle oppure fare delle escursioni in kayak. Se ti trovi a passare da queste parti dai un’occhiata su TripAdvisor, troverai molti operatori specializzati.

Nazaré e le onde giganti

Nazaré è una delle principali mete estive in Portogallo. Tipico borgo di pescatori oceanico costruito tra le spiagge, le scogliere e le colline dal clima fresco anche in estate.

Quello che rende molto famoso Nazaré tra i patiti del surf sono però le onde giganti che si sviluppano lungo le sue coste durante il periodo invernale. E’ proprio a Nazaré che si è registrato il record del mondo dell’onda più alta mai cavalcata da un surfista. Nel gennaio 2018 il portoghese Hugo Vau distrusse tutti i record precedenti surfando su un’onda di ben 35 metri d’altezza.

Ma come mai a Nazaré si producono le famose onde giganti? La spiegazione sta nel fondale marino costeggiato da un canyon lungo oltre 200 km e con profondità variabili che arrivano fino ai 5.000 mentri di profondità. Il risultato è che la forza del mare si incanala lungo questo gigantesco solco per poi sferzare le onde più grandi del mondo proprio dove si trova Nazaré.

Inutile dire che non è uno spot dedicato solo a surfisti di grande esperienza.

Peniche

Concludiamo questa guida sul dove surfare in Portogallo con un altro dei posti più noti del Paese. Si tratta di Peniche, una località poco a nord di Lisboa attrezzatissima per surfisti e avventurieri di tutti i tipi.

La caratteristica più interessante è data dal fatto che in questa zona si può avere qualsiasi tipo di onda a disposizione in qualsiasi momento dell’anno praticamente tutti i giorni. Questo grazie alla conformazione del tratto di costa costituita da due spiagge con differente orientazione e da un “cabo” che le separa giusto a metà.

Onde che rompono a destra e a sinistra, pointbreacks, beachbreaks e i cosidetti “supertubos” ti regaleranno delle giornate di surf incredibili.

Questo articolo comprende una collaborazione pubblicitaria con SelfTravelling.com