Categorie
Trekking

Sicurezza in montagna: regole e consigli

Home » Trekking » Sicurezza in montagna: regole e consigli

Sarà stato il 2020, ma ultimamente c’è tantissima gente che si avventura nella natura e non sempre con il giusto grado di esperienza. Ecco quindi un articolo che tratta i più importanti consigli di sicurezza in montagna. Non importa che tu sia un alpinista esperto o un escursionista della domenica. Vale la pena dare un’occhiata per vedere che se ti sfugge qualcosa!

Quindi cari appassionati di sport ed outdoor, leggete questo articolo e fatemi sapere se c’è qualcosa da aggiungere.

Attrezzatura minima per un trekking

Il primo dei consigli per trekking in sicurezza si basa sull’adeguatezza dell’attrezzatura.

Iniziamo dall’abc, non si può pretendere di fare un’escursione lunga di nessun genere in jeans e sneakers. Il minimo indispensabile per poter fare un trekking è rappresentato da scarpe da montagna, calze adeguate e uno zaino da escursionismo. Ci sarebbe tanto altro da aggiungere ma diciamo che la base è questa. Continua a leggere per approfondire, ne parlo nei prossimi punti.

Attrezzatura di sicurezza per le piste da sci

Qui dobbiamo fare una distinzione tra ciò che è obbligatorio e ciò che è buon senso. Al momento in Italia non è obbligatorio mettere il casco per chi ha più di 14 anni (qui trovi la normativa). Per quanto riguarda gli adulti invece non ci sono obblighi particolari ma utilizzare il casco non è una brutta idea. Ritornando ai bambini invece, è opportuno farli approcciare allo sci utilizzando un paraschiena di sicurezza.

Fare sport in montagna sicuri
Ogni sport ha bisogno delle sue precauzioni

Natura si, ma in compagnia è meglio

Indipendentemente che si tratti di un trekking vero e proprio oppure di un’escursione del fine settimana, è sempre meglio allontanarsi dalla civiltà in compagnia. Gli inconvenienti possono succedere e non sempre dipendono dal grado di esperienza.

Questo non vuol dire che ti devi portare un amico e fare una passaggiata come se stesse sul lungomare della tua città. Potete stare anche a distanza ma fare in modo da non rimanere isolati per lunghi periodi.

Fa sapere a qualcuno quello che stai facendo

Anche se siete un gruppo di varie persone, fate sempre sapere a qualcuno che non è con voi il percorso che state facendo. Una persona conosciuta va bene ma se siete lontani da casa e non conoscete nessuno in zona potete anche avvisare il centro escursionistico della zona, il vostro hotel, ecc.

E’ bene non fare troppo affidamento sui cellulari dal momento che si può rimanere senza linea piuttosto facilmente. Se poi l’idea è quella di praticare escursioni o sci fuoripista, avvisare qualcuno è imprescindibile soprattutto se non ci si avvale del supporto di una guida.

Controlla sempre il meteo

Questo consiglio sulla sicurezza in montagna direi che non ha bisogno di ulteriori spiegazioni. Evitare di esporsi alle intemperie per divertimento quando il meteo dice che ci sarà una tempesta, una nevicata o un’alluvione non è intelligenza ma semplice selezione naturale. Se sei tra quelli che non usano il televideo per recuperare queste informazioni all’interno del blog c’è un post che parla di app per amanti dell’escursionismo.

Se invece preferisci utilizzare dei normali siti internet, ti raccomando questa web. Spartana ma molto utile.

Prevedere il tempo che farà e vestirsi di conseguenza in montagna
Anche quando fa caldo e c’è bel tempo in montagna le cose possono cambiare, soprattutto in quota.

Passa la notte adeguatamente

Questo vuol dire acquistare gli accessori di cui avrai bisogno, possibilmente senza risparmiare troppo. Quando si tratta di attività all’aria aperta ed in autonomia è bene essere ben attrezzati.

Trasportare una tenda da trekking da 3 kg non è come usarne una sotto il kg, lo stesso vale per i sacchi a pelo, materassini. Se non hai idea di cosa io stia parlando trovi i relativi articoli qui, qui e qui. Se non hai assolutamente idea in materia di accessori outdoor, dai un’occhiata alla sezione della web che ti ho appena linkato.

Non accendere fuochi “a casaccio”

Saper trattare il fuoco è alla base per la sicurezza in montagna! Prima di tutto fissiamo un concetto, non è possibile accendere fuochi in montagna dappertutto. Ogni provincia, regione e paese ha le sue regole in merito. Quindi prima di farti venire in mente ottimi modi per farti rifilare delle multe salate, informati.

Detto questo, in ambienti naturali, a mio avviso non è una buona idea accendere il “classico falò”. Ammenochè non ti trovi in un deserto di sabbia, la situazione può sfuggire di mano velocemente. Proprio per questo motivo è sempre meglio portare con se un fornello da trekking o da camping e, quando possibile, preferire le aree attrezzate.

Inizia presto la mattina

Se hai già fatto altre escursioni in precedenza questo è uno dei consigli di sicurezza in montagna più inutili. Ma se invece sei alle prime avventure, evita di alzarti alle 11 e partire alle 13. Quante più ore di sole si hanno a disposizione maggiore sarà la sicurezza per il rientro e più tempo avrai per fermarti e godere del posto in cui ti trovi.

Ad ogni modo una dritta che mi sento di dare è di partire sempre muniti di una torcia frontale e non fare affidamento solo sul cellulare. Le trovi anche per meno di 10€.

Calcola bene l’acqua di cui avrai bisogno

Per la sicurezza in montagna, l’acqua è un elemento chiave! Portare troppa poca acqua è un problema, portarne una quantità eccessiva anche. Nel primo caso si rischia disidratazione e tutto quello che ne consegue mentre nel secondo il problema sarà il peso eccessivo trasportato e conseguente aumento di fatica, lesioni ed altro ancora.

Consigli di sicurezza in montagna
Non sempre è una buona idea bere da corsi d’acqua e fiumi

Quindi in questo caso qual’è il consiglio per un’escursione sicura? Calcolare l’acqua che ti servirà, lo puoi fare tramite questo articolo e, magari avere un filtro d’acqua per possibili emergenze. Se poi hai uno zaino sportivo con l’apposita sacca, anche le sacche idriche sono una soluzione interessante.

Sii pronto/a per le emergenze

Che lista di consigli per la sicurezza per fare trekking sarebbe se non ti dicessi di portare con te un kit d’emergenza? In effetti è piuttosto scontato in materia di precauzioni, ma che vuoi che ti dica… io non l’ho portato con me per tanto tempo. Nell’articolo che ti ho linkato ti spiego cosa metterci dentro o quale comprare già bello che pronto.

Ma non mi fermo qui, un consiglio per emergenze che mi sarebbe piaciuto ricevere quando ho iniziato con le escursioni è il seguente: porta con te almeno un bastoncino da trekking. Può sembrare strano ma in caso di lesioni ad un piede è davvero un toccasana. In realtà io quando ho in previsione escursioni molto lunghe porto con me due stick da trekking leggeri perché aiutano tanto a ridurre la fatica e lo stress sulle articolazioni inferiori.

Porti con te il cane?

La sicurezza in montagna durante le escursioni è importante sia per te che per il tuo amico a 4 zampe. Ho già scritto su questo tema in passato ma in sostanza i consigli per la sicurezza del cane durante i trekking sono:

  • usa un guinzaglio a pettorina
  • aggiungi delle pinze al tuo set di pronto soccorso
  • sotterra, quando possibile, gli escrementi

Inizia da distanze corte

Come con tutti gli sport anche per le discipline di montagna è imprescindibile iniziare poco a poco per non rischiare lesioni. Iniziare da percorsi con poca pendenza, su terreni non troppo accidentati e distanze non troppo lunghe.

Non lasciare traccia del tuo passaggio

Non è raro vedere scene del genere in giro

Più che un consiglio per fare trekking in sicurezza per te è un consiglio per mantenere l’ambiente in cui lo fai un ecosistema sano. Riduci le tracce del tuo passaggio al massimo! Se accendi un fuoco, rimuovi o sotterra tutti i resti, i residui potrebbero spaventare o infastidire la fauna. Se porti con te il cane, sotterra gli escrementi. Se ti scappa falla ma sotterrala e soprattutto non lasciare la carta che usi per pulirti in giro: lungo quasi tutti i sentieri di montagna si trovano degli angolini definibili come “pisciatoi” dove si trova qualsiasi genere di rifiuto dalla carta igienica agli assorbenti. Ti porti una bustina e te li metti nello zaino!

Più che un consiglio per fare trekking in sicurezza per te è un consiglio per mantenere l’ambiente in cui lo fai un ecosistema sano. Riduci le tracce del tuo passaggio al massimo! Se accendi un fuoco, rimuovi o sotterra tutti i resti, i residui potrebbero spaventare o infastidire la fauna. Se porti con te il cane, sotterra gli escrementi. Se ti scappa falla ma sotterrala e soprattutto non lasciare la carta che usi per pulirti in giro: lungo quasi tutti i sentieri di montagna si trovano degli angolini definibili come “pisciatoi” dove si trova qualsiasi genere di rifiuto dalla carta igienica agli assorbenti. Ti porti una bustina e te li metti nello zaino!

Segui le regole per la sicurezza in montagna del posto

Indipendentemente dalla stagione in cui ti trovi e dall’attività che praticherai, bisogna sempre essere consapevoli delle regole per la sicurezza in montagna che vengono imposte. Se con una semplice ricerca su internet non riesci a trovare le informazioni di cui hai bisogno, puoi praticamente rivolgerti a chiunque: negozi di attrezzatura, vigili urbani, la reception del tuo albergo, associazioni di escursionismo, perfino nei bar puoi trovare chi può aiutarti.