Categorie
Sport su neve

Sci notturno in Italia, dove sciare di notte

Home » Sport su neve » Sci notturno in Italia, dove sciare di notte

Tanti di noi amano lo sci perché è uno sport outdoor che ci consente di ammirare paesaggi montani fantastici e in alcuni casi addirittura sciare con vista sul mare.

Ma cosa succede quando cala la sera? Semplice, occorre cercare quali sono le piste illuminate in Italia e lanciarsi percorrere dal brivido dello sci notturno.

Negli ultimi anni lo sci notturno è stato lanciato da alcuni comprensori che hanno abilitato con illuminazione adeguata alcuni tratti delle loro piste. Nel giro di pochissimo tempo è diventata una vera e propria moda.

Andiamo quindi subito a vedere dove è possibile sciare in notturna in Italia.

Sono stati proprio i comprensori sulle dolomiti a lanciare la moda dello sci dopo il tramonto in Italia. Non è infatti un mistero che sia proprio qui dove si concentrano i centri sciistici più all’avanguardi d’Italia e d’Europa.

Sci notturno sulle Dolomiti

I comprensori dove è possibile sciare su pista illuminata sulle dolomiti sono:

  • Plan de Corones, presso gli impianti di Korer, Cianross, Guggenberg, Panorama-Terenten
  • Alta Badia, sulla pista 26 dell’impiatno di Doninz
  • Val di Fassa e Carezza, presso le strutture di di Pozza-Aloch.
  • 3 Cime Dolomiti sulle piste di Monte Baranci
  • Val di Fiemme e Obereggen sulle piste di Ochsenweide, Doss dei Laresi, Deutschnofen
  • San Martino di Castrozza e Passo Rolle lungo la pista illuminata di Col Verde.
  • Civetta sui tracciati con telecabila di Pian del Crep.

In linea di massima gli impianti sulle dolomiti che consentono la pratica dello sci serale aprono alle 19:30 fino alle 22-23:00 circa. Dal momento che gli orari sono sempre soggetti a cambiamento, dai un occhiata a questo link a Dolomiti Superski per info più dettagliate.

Sci Notturno a San Domenico

La destinazione più gettonata per le sue piste illuminate e la spettacolarità dello sci notturno è San Domenico, sull’alpe Ciamporino.

Oltre ad essere spettacolarmente illuminato e perfettamente servito da un mini snowpark, bar, ristoranti, hotel, un’area tappeti e molto altro, è anche molto vicino a Milano. Grazie a questa vicinanza è molto semplice da raggiungere con una gran varietà di servizi.

Si scia dalle 19 alle 21 circa e lo skipass notturno ha un prezzo intorno ai 12€.

Sciare di notte in Italia

Lista degli impianti sciistici aperti di notte in Italia??

Meno conosciute ma sempre spettacolari sono tante le destinazioni dove è possibile praticare lo sci in notturna in Italia.

Piemonte

E’ possibile sciare presso le località di Prato Nevoso, Bielmonte, Domobianca e San Domenico.

Lombardia

Anche in Lombardia le occasioni e gli impiati per sciare in notturna non mancano. E’ possibile farlo presso i comprensori di Madesimo, Borno, Aprica, Adamello, Livigno, Bormio e Santa Caterina.

Emilia Romagna

In Emilia Romagna si può visitare il complesso del Bobbio Passo Penice che consente lo sci notturno tutti i giovedì dalle 20:30.

Orari e costi possono variare soprattutto in caso di mal tempo, è raccomandabile quindi fare uno squillo agli impianti nel caso di dubbio.

Sciare in notturna al Centro e Sud Italia

Sebbene meno conosciuti e molto meno gettonati (senza motivo), anche i comprensori del sud offrono la possibilità di sciare di notte.

In Abruzzo si può sciare in nottura ad Ovindoli sulle piste di Dolce Vita e Topolino dell’omonimo comprensorio. Le piste di questo comprensorio non presentano un alto grado di difficoltà, pertanto sono adatti a sciatori e sciatrici di tutti i livelli. Il costo dello Skipass si aggira intorno ai 10 euro.

Nelle Marche è invece possibile sciare ad Eremo sulle piste del Monte Carpegna. Attenzione però qui è possibile farlo solo in determinati giorni della settimana.

Raccomandazioni generali sullo sci notturno.

Come per lo sci in condizioni normali è necessario prendere qualche precauzione in merito alla sicurezza. Sebbene l’illuminazione sia più che adeguata in tutte le piste di cui abbiamo parlato, è bene procedere a velocità ridotta, munirsi di un casco da sci o snowboard e non disdegnare l’uso di un paraschiena, soprattutto per i più piccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *