Migliori luci per bici da corsa e mtb: una guida

Home » Migliori luci per bici da corsa e mtb: una guida

Come sicuramente già saprai, su Vita Outdoor do molta visibilità al tema della sicurezza. Quando si esce in bici è importante munirsi delle migliori luci per la bici da corsa oppure per la mountain bike per avere una buona visibilità e soprattutto per circolare in sicurezza.

Ho scritto questa guida per parlarti delle migliori luci bdc e mtb di varie catergorie e fasce di prezzo. Se acquisterai un articolo tra quelli che ti raccomando in giornata, al blog verrà riconosciuta una piccola commissione pubblicitaria.

Ti ricordo infine che tutte le luci di cui ti parlo, dalle economiche a quelle professionali impermeabili e a lunga durata, sono ricaricabili tramite usb.

Utilizzando l’indice che trovi qui di seguito potrai saltare direttamente alla parte dell’articolo di tuo interesse. Dopo i prodotti raccomandati, troverai anche una vera e propria guida con tutte le caratteristiche da tenere in considerazione. Buona lettura!

Le migliori luci per la bici

DOVEYI il kit più luminoso

32,99  disponibile
Amazon.it
aggiornato al 15/02/2021

Questo faro led è la luce per bicicletta più luminosa attualmente acquistabile su Amazon. Grazie alla sua batteria da 6400 mAh sviluppa una intensità di ben 2400 lumens. E’ facilmente ricaricabile tramite USB-C a ricarica rapida.

Si tratta di un set composto dalla miglior luce per bici anteriore e da una luce posteriore che si fissa facilmente tra sellino e cannotto del sellino. La buona notizia è che la luce posteriore funge da batteria ausiliare.

Se fai clic qui potrai vedere un video di come si comporta in condizioni di buio totale.

Tutto il set è impermeabile.

One enjoy Luce Posteriore Smart automatica

21,99  disponibile
Amazon.it
aggiornato al 15/02/2021

Per usare un termine poco tecnico e poco scientifico, questa luce posteriore per la bici è decisamente una figata. Oltre ad essere super discreta, quasi invisibile quando è spenta, ha anche delle funzioni smart.

E’ infatti provvista di sensori che sono in grado di regolare l’intensità della luce in frenata e quando ci si ferma, il tutto con una visibilità di 180 gradi.

E’ vero che è più cara rispetto alla media, però date le caratteristiche, direi che il prezzo è più che compensato. Clicca qui per dare un’occhiata alla scheda su Amazon.

GuardG3X visibilità top e 12 hr di durata

17,99  disponibile
Amazon.it
aggiornato al 15/02/2021

Inserisco questo articolo nella lista delle migliori luci posteriori per la bici professionali dal momento che è il fanale più versatile e luminoso. Gode infatti di 6 livelli di regolazione, della forza di 30 micro led e delle certicazioni CE.

Se esci spesso in bici e dai molta importanza alla visibiltà durante le ore serali, è decisamente il fanale che fa per te. Esiste anche la versione anteriore in bianco che ti riporto qui sotto.

Apace Illuma luce professionale anteriore discreta

17,99  disponibile
Amazon.it
aggiornato al 15/02/2021

Per questa luce anteriore vale tutto quello che ho scritto nella precedente. L’unica differenza con la versione posteriore è il colore. Durata, luminisità e componenti sono esattamente gli stessi, il che rende questa la miglior luce bici al momento in commercio.

Molto importante: queste due luci professionali sono pensate per essere flessibili nell’uso e allo stesso tempo discrete. Non c’è bisogno di montare il solito anellino con vite dal momento che si applicano sulla bici con un elastico in gomma. Questa caratteristica ti da la possibilità di montarla sia sul telaio che sul manubrio che sul casco.

Hually, le luci per bicicletta più economiche

12,99  disponibile
2 nuovi da 12,99€
Spedizione gratuita
Amazon.it
aggiornato al 15/02/2021

Per concludere con i consigli, ti inserisco due opzioni per spendere poco. Queste che ti linko ora, sono a mio avviso le migliori luci bici economiche. Non sono molto potenti pertanto è bene tenerle a portata di mano giusto nel caso in cui dovessi trovarti per strada dopo il tramonto senza volerlo. Essendo molto piccole le puoi tenere insieme al kit degli attrezzi o addirittura in tasca.

DONPEREGRINO S2 – LED Set Fanalini Anteriori e Posteriori USB Ricaricabile

21,99
19,99
 disponibile
Amazon.it
aggiornato al 15/02/2021

Queste luci sono la soluzione più economica per chi vuole spendere poco e avere molta luce. In relazione qualità-potenza sono il miglior compromesso che trovi su Amazon

Luci per bici: quali scegliere?

Sei alla ricerca di luci per bici? Ebbene, le luci sono importantissime per l’utilizzo della tua bicicletta. Questo vale non solo per i ciclisti professionisti, ma anche per quelli amatoriali o per i semplici appassionati. C’è anche da dire che per circolare per strada dopo il tramonto le luci (e campanello) sono obbligatorie.

migliori luci per mountain bike, come scegliere?

L’unità di misura per la potenza

Prima di capire quali sono le diverse tipologie di luci per bici, bisogna innanzitutto capire come valutarne l’intensità. In genere, si valutano con il Lux o Lumen, unità di potenza che misura il flusso luminoso della luce propagato in tutte le direzioni. 

Sebbene il Lux sia l’unità di misura migliore, il lumen è quello che si trova più frequentemente nelle descrizioni.

I diversi tipi di luci per bici 

Ci sono due diverse tipologie di luce per bici da corsa e non solo. Innanzitutto, vi sono quelle con la lampadina classica, più accessibili, però di scarsa qualità. Ormai in commercio non se ne trovano più, anche se devi restaurare una bicicletta vintage, è altamente probabile dover ripiegare su un led a luce calda.

Ormai tutti i prodotti di illuminazione sono provvisti di luce LED che è lo standard attuale e produce più luce delle lampadine classiche con minor uso di energia elettrica.

Alimentazione luci bici da corsa 

Se volete scegliere delle luci per bici da corsa potenti, sia che si tratti di quelle anteriori che di quelle posteriori, è molto importante trovare un prodotto di buona qualità. L’alimentazione rappresenta un fattore chiave. Vi sono le luci con batteria.Si tratta di luci ricaricabili o ricaricabili con USB, che hanno una struttura leggera e compatta.

Consigli ed opinioni sulle luci per la bici da corsa

Poi vi sono le luci con dinamo che sono invece un po’ più scomode, perché hanno bisogno di un condensatore, in modo tale che la luce resti accesa anche quando la bicicletta è ferma. Oggi questa soluzione è limitata alle bici da cicloturismo che integrano la dinamo nel mozzo della ruota.

La dinamo viene normalmente integrata nella ruota anteriore per non togliere rigidità strutturale al mozzo posteriore che si occupa della trazione e della maggior parte del peso del ciclista.

Inoltre, vi sono delle luci specifiche e-bike che si ricaricano dalla batteria. Queste luce vengono utilizzate anche quando la bicicletta è ferma. Alcuni modelli sono collegati alle leve del freno.

Modalità di illuminazione 

E’ bene anche fare una distinzione sui diversi modalità di illuminazione delle luci per bici da corsa e non . Vi possono essere quelle intermittenti che attirano l’attenzione, ma illuminano meno bene. Inoltre, vi sono quelle fisse: una sorta di faro che è più indicato e comodo perché riesce a far vedere meglio e più a lungo. 

Dove montare le luci di posizione

Le luci per bici da corsa possono essere montate sia nella parte anteriore che in quella posteriore della bicicletta. Inoltre, bisogna anche considerare l’idea di fissare una luce sul casco MTB, in modo tale da avere una visuale più nitida davanti a sé. Il regolamento sulla segnaletica delle biciclette prevede: 

  • almeno una luce gialla o bianca e una nella parte anteriore catarifrangente bianca;
  • almeno una luce nella parte posteriore, colore rosso e una catarifrangente rossa con un angolo di illuminazione a 120 ° ;
  • su ogni pedale, sui lati installare un catarifrangente arancione.

La luce posteriore viene normalmente fissata sotto la sella oppure al di sotto del cannotto reggisella. Quella anteriore o sul telaio o sul manubrio. Alcune di quelle che ti ho consigliato all’inizio dell’articolo sono applicabili anche su alcuni indumenti da ciclismo che sono provvisti di gancetti appositi.

Come scegliere i faretti e quali comprare

Se vuoi scegliere le migliori luci per bici, anzitutto valutare quali sono le vostre esigenze. Infatti, le bici in genere, se si utilizzano solo in città, basta che abbiano un set di luci che hanno una modalità intermittente e fissa che va fino ai 10 Lumen di potenza nella parte posteriore e 30 Lumen su quella anteriore. 

Se invece si utilizzano occasionalmente, provate quelle con la batteria ricaricabile. Prendete sempre in considerazione l’idea di installare un faro sul casco Mtb. 

Se invece le tue uscite sono frequenti e ti trovi spesso a pedalare la sera o la notte, vale la pena spendere 40 o 50 euro per avere delle luci per la bici professionali ed a lunga durata.

Caratteristiche luci per una bici da corsa

Le luci per bici da corsa hanno specifiche caratteristiche: 

  • Montaggio anteriore o posteriore;
  • Maggiore potenza luminosa;
  • Montaggio opiù facile e flessibile;
  • Capacità e durata della batteria ricaricabile;
  • Buon grado di impermeabilità;
  • Effetti luminosi, regolazione della luminosità;
  • Funzioni smart con sensore ed accelerometro.

L’obiettivo di una luce posteriore per bici da corsa è quello di rendersi visibili a chi si trova dietro di voi. Deve avere una luminosità che parte da 70 Lumen fino ad arrivare a 110 per avere luci potenti.

Le migliori luci anteriori per bici da corsa, invece devono essere: in città tra i 20 e i 200 Lumen, mentre invece in ambito extraurbano è meglio arrivare fino a 800 Lumen. Fuori dalla strada, bisogna invece optare per una potenza luminosa che sia superiore al valore degli 800 Lumen.

Quando non è obbligatorio utilizzare le luci? Praticamente bisogna sempre averle dietro, ammenocchè non ti stia allenando indoor su un rullo da ciclismo