I migliori Auricolari per ciclismo: guida e regole

Home » I migliori Auricolari per ciclismo: guida e regole

Andare in bici ascoltando della musica può essere davvero molto stimolante e rilassante. Per riuscire a godersi appieno questo momento bisogna però comprare degli auricolari per ciclismo. Ci sono delle cuffie utilizzate nel ciclismo che sono davvero molto comode e pratiche, ma in generale, è importante valutare quali sono gli utilizzi che se ne fanno.

Come al solito, raccolgo tutta una serie di consigli, opinioni e impressioni provenienti da recensioni da chi li ha acquistati ed utilizzati. In questo modo ti risparmio la solita infinita ricerca delle migliori cuffiette da utilizzare sulla bici.

Di seguito troverai i modelli migliori con i link che ti consentono acquistare il modello che più ti piace su Amazon.

Usa l’indice qui sotto per muoverti più rapidamente all’interno dell’articolo.

Regole sulla strada

Prima di iniziare, voglio mettere in chiaro quelle che sono le regole. L’uso delle auricolari in bicicletta è controverso. La legge prescrive che solo le forze dell’ordine possono utilizzare liberamente questo genere di apparecchi per comunicare.

Per quanto riguarda i ciclisti invece, è vietato ma con una postilla. La legge ne limita l’uso qualora queste limitano la piena percezione uditiva. Un interpretazione comune è quindi quella che afferma che è lecito utilizzarne solamente una e con volume ridotto.

Non sono un avvocato ma credo che a questo punto chi è davvero a decidere sarà l’ufficiale che deciderà di multarti o meno. Nel caso in cui fosse vero tutto ciò, si può sempre ricorrere.

Detto questo, quando posso utilizzare le auricolari per ciclismo? Fuori dalle strade pubbliche e nel caso di cuffie a conduzione ossea. What!? Si te lo spiego più sotto.

Molti ciclisti potrebbero avere difficoltà a seguire la strada e sentire la musica allo stesso tempo. Però ci sono delle soluzioni adatte per riuscire per godersi la musica anche stando in bicicletta e per capire quali sono, bisogna andare ad analizzare i parametri per la scelta delle migliori cuffie per ciclismo.

Le cuffie fitness classiche sono fortemente sconsigliate in bicicletta.

Ed un’ultima cosa: mai dare la precedenza alle cuffie sul casco. Indossa sempre il casco quando esci a pedalare, soprattutto se lo fai per lunghi tragitti.

Migliori cuffie per ciclismo, i modelli più venduti

Se non hai letto il paragrafo anteriore te lo ripeto rapidamente. Io ti sto riportando la lista con i consigli d’acquisto per le auricolari da usare in bici fermo restando che la legge non ti consente utilizzare le normali cuffie su strade pubbliche. Proprio per questo motivo partirò da quelle a conduzione ossea. Costano di più ma sono infinitamente più sicure.

AfterShokz Trekz Titanium AS600SG Cuffie bluetooth a conduzione ossea wireless per lo sport con auricolari e microfono resistenti al sudore, Grigio/Nero

143,00
79,95
 disponibile
3 nuovi da 79,95€
Spedizione gratuita
Amazon.it
aggiornato al 09/05/2021

Caratteristiche

  • Niente dentro, intorno, sopra le orecchie. Mentre i trasduttori a conduzione ossea inviano la musica attraverso gli zigomi, le tue orecchie sono aperte e libere. Ti permettono di ascoltare allo stesso tempo la musica e il mondo intorno a te
  • AfterShokz è l'unica cuffia ufficiale scelta da England Athletics poiché il nostro design che lascia l’orecchio libero consente di ascoltare sia la musica che il traffico, fondamentali durante la corsa, il ciclismo o la guida su strada
  • La pluripremiata tecnologia a conduzione ossea AfterShokz ha ricevuto 80 brevetti in tutto il mondo nel corso degli anni. PremiumPitch+ espande la banda di frequenza e migliora la risposta dei bassi. La tecnologia LeakSlayer riduce la dispersione del suono del 70%. TitaniumFit assicura un montaggio sicuro e un solido contatto per la conduzione tramite l'osso
  • Certificate IP55 come resistenti e repellenti alla pioggia e al sudore grazie alla progettazione della struttura impermeabile e al rivestimento nano-chimico
  • Dotate di Bluetooth 4.1 compatibile con qualsiasi dispositivo abilitato Bluetooth; 6 ore di riproduzione; sia musica che chiamate; il microfono a doppia rimozione del rumore migliora la conversazione; Messaggio vocale intuitivo AudreySay

Tra i modelli di auricolari per ciclisti più venduti di sempre ci sono le cuffie Aftershokz. Questa invenzione arriva dal Regno Unito e permette di sentire la musica mentre si è in bicicletta o mentre si fa running, mantenendo la piena percezione di quello che succede intorno a te.

La conduzione ossea permette di propagare le vibrazioni di musica e chiamate tramite le vibrazioni propagate vicino alle orecchie. Quindi gli auricolari si appoggiano sullo zigomo e si telefona o si sente la musica senza che l’orecchio venga “tappato”.

Gli auricolari convertono i segnali elettrici in vibrazioni di tipo meccaniche e quindi l’orecchio può percepire i suoni circostanti. L’unica pecca rispetto alle cuffie o auricolari classici è che la qualità del suono cala dal momento che l’orecchio non è isolato.

1

Tayogo S2 Cuffie Conduzione Ossea Economiche Bluetooth, Auricolari Conduzione ossea Senza Fili Open-Ear Hi-Fi Stereo con Microfono Cuffie Sport Ultraleggero per Ciclismo in Esecuzione Palestra

33,32  disponibile
Amazon.it
aggiornato al 09/05/2021

Questo modello è molto simile alle cuffie di cui ti ho parlato prima ma in versione più economica, sono le migliori cuffie ciclismo economiche bluetooth e quindi wireless.

La differenza con le Aftershokz? Sono meno resistenti all’umidità ed è probabile che durino meno, come tutte le scelte più economiche.

1

Cuffie Bluetooth 5.1 Bassi Potenziati, Auricolari Sport Senza Fili IP7 Impermeabili, In Ear Cuffie Auricolari Wireless Running con HD Microfono, 40 Ore di Riproduzione per Correre, Nero

37,99
29,99
 disponibile
Amazon.it
aggiornato al 09/05/2021

Da valutare nella scelta, anche gli auricolari del tipo in ear, ovvero quelli che entrano direttamente nell’orecchio. Sono comodi, però tendono un po’ escludere il mondo circostante.

Auricolari senza fili, cuffie senza fili, cuffie a conduzione ossea Bluetooth 5.0 TWS con microfono per telefoni iOS Android supporta app (nero)

Amazon.it
aggiornato al 09/05/2021

Infine, vi sono quelli che invece, funzionano con l’appoggio sull’orecchio ma hanno però una piccola apertura dei cuscinetti, in modo tale da garantire comunque l’audio intorno al ciclista. 

Come scegliere gli auricolari per ciclismo

Nella scelta delle migliori cuffie per ciclismo, bisogna in primis, valutare due criteri. Ci sono due tipi particolari di auricolari: quelli a conduzione ossea del suono e invece, quelli in ear, che sono isolanti in misura maggiore o minore a seconda del modello. Per scegliere il miglior tipo di auricolare per bici, è bene anche valutare le funzioni del prodotto e puntare alle soluzioni che permettono di svolgere più azioni senza doversi distrarre.

cuffie in ear ciclismo
Le cuffie in ear sono raccomandabili per uso fuori dalle strade trafficate.

Sono dei dispositivi ideali anche per rilassarsi, però è opportuno che il suono si senta in maniera adeguata, quindi va valutato anche l’aspetto audio. Tra gli altri fattori da considerare vi sono: 

Comodità e connettività

Le cuffie per ciclismo devono essere comodi perché si devono adattare all’orecchio, così che non si deve avere neanche la sensazione di indossarli. È bene scegliere quelli di piccole dimensioni. Poi è importante che si connettano facilmente, in modo wireless.

Scegli quelli dotati anche di Bluetooth: devono essere fatti in modo tale da potersi connettere al proprio telefono oppure ad altri dispositivi di cui si ha bisogno per sentire la propria musica. 

Resistenza e prezzo

In più, gli auricolati per la bici devono essere resistenti al sudore, all’acqua e alle varie condizioni atmosferiche perché andando in bici si sta all’aria aperta. È consigliabile che abbiano anche una forma di protezione dall’umidità.

Infine, valutate anche il prezzo: se avete un budget basso potete accontentarvi di una soluzione di auricolare per bici più economica. Gli auricolari per il ciclismo in genere, hanno un prezzo variabile dai 30 fino ad arrivare a modelli che superano i 200 euro.

Tutte queste soluzioni devono essere scelte in virtù del tipo di utilizzo che se ne fa. Del resto il problema dell’utilizzo degli auricolari in bici è molto sentito perché richiede di farlo senza un utilizzo di un auricolare che sia troppo immersivo.

Se vuoi dare un’occhiata alla normativa, eccoti un link all’ACI.